schema reggiseni 2Come decidere se acquistare un reggiseno con ferretto oppure uno senza il ferretto? Tra i due tipi di reggiseno ci sono differenze che è bene sapere per fare una scelta appropriata.

Ovviamente la prima ed ineludibile caratteristica di un reggiseno è che deve essere della taglia giusta rispetto alle nostre forme, la taglia non deve essere approssimata. Altrimenti dopo qualche ora comincerà a muoversi dando origine ad una molteplice varietà di sensazioni fastidiose che necessitano continui aggiustamenti: spalline che scendono o si muovono, la fascia posteriore sulla schiena che risale facendo cadere il seno in avanti e in basso, arrossamenti sulle spalle e sottoseno. Non va bene, la taglia è sbagliata!

Una prima differenza tra la presenza del ferretto e la sua assenza sta nella differente distribuzione di portanza del peso del seno (vedi la figura).

Reggiseni senza ferretto: in un reggiseno senza ferretto il peso del seno si distribuisce grosso-modo per il 70% sulla fascia toracica e per il 30% sulle spalline. Per questo quando scegliamo un senza ferretto è bene fare attenzione alla qualità e larghezza del materiale che compone le spalline. E' bene che abbiano una larghezza che aumenta in proporzione all'aumentare di taglie e coppe. Meglio che la loro composizione pur offrendo elasticità sia in tessuto piuttosto che semplicemente composte in elastico. Se poi la taglia di coppa supera la D meglio che siano larghe (reggiseni comfortcomfort) e sopra la coppa F potrebbe essere appropriato utlizzare un reggiseno con spalline da alleggerimento per garantire una buona area di distribuzione del peso nella zona spalle. Dobbiamo anche tenere presente che i reggiseni senza ferretto non offrono la spinta in avanti e verso l'alto dei reggiseni con ferretto, a meno che non abbiano nella zona esterna delle coppe un appropriato supporto laterale che si innesta direttamente nelle spalline o una struttura ben disegnata nella struttura delle coppe.

Reggiseni con ferretto: i reggiseni con ferretto si suddividono a loro volta in balconcini, push-up, con supporto laterale, per coppe profonde ecc. se desideri conscere le caratteristiche di questi tipi di reggiseno leggi qui. In ogni caso possiamo dire che nei reggiseni con ferretto il peso seno si distribuisce per il 80/90% sulla fascia toracica e per il 10/20% sulle spalline. Questi reggiseni sono più stabili in quanto la curva del ferretto, lateralmente e alla base del seno, disegna un zona ferma di contorno al seno che lo accoglie e lo sostiene. A maggior ragione, nel caso dei reggiseni con ferretto, è necessario che la taglia sia giusta, specialmente la misura di profondità coppa è importante. Il ferretto deve aderire bene e completamente al torace sotto il seno e l'ampiezza della curva del ferretto deve accogliere completamente il seno dalla zona del separatore centrale alle zone sotto ascella. Se l'ampiezza non è sufficiente il ferretto potrebbe causare fastidi nella zona laterale esterna del seno, se l'ampiezza è troppo abbondante il seno verrà portato lateralmente e potrebbero insorgere fastidi causati dal ferretto che comprine le costole nella zona sotto le ascelle.

Spesso la scelta viene fatta senza avere le idee chiare, oppure dovuta a motivi contingenti, forse in negozio c'è un solo modello nella nostra taglia, per cui prendiamo quello, oppure l'idea che il reggiseno senza ferretto sia più comodo per definizione (cosa non vera, a condizione di scegliere la taglia giusta).

Il reggiseno è un capo di abbigliamento importante per ogni donna, viene indossato per tutta la giornata a diretto contatto della pelle, per questo è importante che la composizione dei tessuti, la taglia e il tipo di reggiseno sia quello che ci consente di stare bene e di dimenticarci di averlo addosso!

Ecco alcuni esempi e modelli di reggiseno con e senza ferretto scelti tra i nostri prodotti più venduti e di sicura qualità: